I bambini sono dei terremoti esuberanti sempre pronti a far qualcosa, talmente pieni di energia da mettere a dura prova persino i genitori più pazienti. Voi invece avete mille cose da fare, il pranzo da preparare, la casa da pulire, l’asilo, la riunione delle mamme dell’asilo, il sonno…tanto sonno… e poi quando arriva il momento di giocare con il tuo piccolo le idee si esauriscono improvvisamente.
“E adesso che cosa gli faccio fare in quest’ora prima di cena?” e boom! “Mamma mamma, dai gioca con me!”. E tu che sei una mamma acrobata e riesci ad inventare il tempo trasformando le giornate da 24 a 48 ore, senza neanche bisogno di un congegno magico, ti fiondi subito verso di lui con un gioco da fare.
Per aiutarti abbiamo raccolto 15 attività Montessori che puoi fare insieme al tuo piccolo. Attività che aiutano e sviluppano la loro splendida capacità di scoprire il mondo con il loro occhioni curiosi. Giochi montessoriani che aiutano a sviluppare le abilità di concentrazione, quelle sensoriali, la cura per se stessi e per l’ambiente. Piccole cose quotidiane, che il tuo piccolo può fare insieme a te, magari propio mentre sei in cucina a preparare la cena.

15 Attività Montessori: Chi era Maria Montessori ?

Maria Montessori è stata un’importante educatrice e pedagogista Italiana nata nel 1860. A lei va il merito di aver completamente stravolto l’approccio nei confronti dell’educazione tradizionale. I bambini non sono più un pezzo d’argilla da modellare attraverso le idee e gli insegnamenti degli adulti, ma devono essere accompagnati nel percorso educativo con strumenti e metodi a loro misura. Maria Montessori teorizza la Mente Assorbente, ovvero il concetto che ogni bambino ha la capacità di assorbire velocemente tutto quello che lo circonda e che è presente nel suo ambiente. In sostanza, il bambino impara senza che abbia coscienza di imparare.

Per Maria Montessori la creatività è fondamentale nell’infanzia e per questo deve essere sviluppata. Tutti i giochi devono muovere il loro libero interesse, permettergli di scoprire cose nuove e spingere il bambini verso l’indipendenza. Con queste 15 attività Montessori scopriamo come portare il metodo Montessori a casa.

1. Mettere in ordine i giochi

Mettere in ordine può sembrare un’attività banale, in realtà fa comprendere al bambino come poter interagire con l’ambiente circostante. Per far sì che il bambino possa interagire con l’ambiente è necessario che i mobili, i contenitori e gli oggetti siano a sua misura. Non troppo alti, facilmente raggiungibili e sicuri. Definire gli spazi dove vanno riposti i giochi è un’attività che aiuta a sviluppare l’organizzazione. Magari dividendoli anche per colore e tipologia. Le macchinine con le macchinine, le bambole con le bambole ecc.

2. Passare la spugna

Grazie a questa attività il bambino comprende il funzionamento della spugna, che assorbe solo se viene strizzata e impara a conoscere un nuovo materiale. Per svolgere questa attività ci servono due ciotole e una spugna. Riempiamo una ciotola di acqua e chiediamo al bambino di travasare l’acqua utilizzando la spugna. Si può ripetere l’attività in senso inverso.

3. Rigovernare

Rigovernare è un’attività che può essere svolta mentre la mamma è in cucina che sta facendo altre cose. Il bambino deve essere messo in condizioni di arrivare all’acquaio, meglio se è a due vasche. In una vasca laverà i piatti e nell’altra li sciacquerà.

4. Preparare i vestiti per il giorno dopo

Si può inserire quest’attività a partire dai 18 mesi. Ogni sera prima di andare a dormire, insieme al bambino, facciamoli scegliere quali vestiti vuole indossare per il giorno dopo e successivamente disponiamoli su una sedia o una superficie. In questo modo il bambino può imparare i nomi dei vestiti e anche in che parte del corpo vanno, oltre a prendersi cura di se stesso.

5. Prendersi cura di una pianta

Anche i bambini piccoli possono occuparsi di altre piccole vite, sempre sotto la supervisione di un genitore. Facciamo scegliere la piantina al bambino, insieme al necessario per prendersene cura: annaffiatoio, spruzzini, piccole decorazioni. Spieghiamoli come versare l’acqua, quanta darne e a che cosa serve. E magari a carezzarla e a toglierle le foglie secche, con delicatezza e rispetto.

6. Apparecchiare

Imparare ad apparecchiare un piccolo tavolino a misura di bambino con le stoviglie per i piccoli, sviluppa la motricità e la coordinazione. Inoltre gli fa comprendere l’importanza della socialità e della convivialità familiare.

7. Cucinare insieme

Cucinare con il tuo piccolo è uno splendido momento di condivisione e di divertimento. Scopre i termini che indicano i cibi, gli utensili da cucina, a che cosa si deve prestare attenzione, insieme al senso di successione. Possiamo farlo cominciare a fargli lavare le patate, gli ortaggi e più che cresce più che potrete attività più complesse.

8. Riempire/svuotare

Riempire e svuotare rappresenta una vera e propria fase dell’infanzia. In questi periodi i bambini si divertono a riempire e svuotare cose all’interno di recipienti. Per questa attività si possono utilizzare, sassini, legumi, ecc. Possiamo dare al bambino due o più recipienti.

10. Pesca degli oggetti

Possiamo disporre alcuni oggetti dentro una ciotola piena d’acqua, in modo che galleggino. Con l’utilizzo di un mestolino forato o una schiumarola, il bambino potrà divertirsi a pescarli. Imparando a controllare i gesti, i movimenti e a essere preciso.

11. Il cesto dei tesori

Per questa attività possiamo utilizzare un contenitore come: un cesto, una scatola oppure una federa di stoffa. All’interno del contenitore possiamo disporre diversi oggetti, che abbiano superfici di consistenza diversa, come conchiglie, nastrini, campanelli, animali di gomma, foglie, pigne, ecc. Lo scopo del cesto dei tesori è quello di stimolare tutti i 5 sensi del bambino. Il bambino seduto davanti al cesto avrà completa libertà di esplorare e toccare gli oggetti. Questa attività impegna il bambino per molto tempo.

12. La scatola per imbucare

Questo gioco terrà impegnati anche i bambini più piccoli. Il necessario è una scatolina di cartone, in commercio ne esistono già fatte anche in altri materiale come il legno. Qualora decidete di fabbricarla da soli, vi serviranno delle forbici per fare un foro su un lato della scatolina e sul coperchio, oltre che a una pallina. Il bambino dovrà imbucare la pallina nel foro sul tappo della scatola per poi recuperarla dal fondo. Questo gioco ha lo scopo di allenare la coordinazione mano – occhio, oltre a quella delle percezione delle forme.

13. Riconoscere gli animali

Un altro gioco montessoriano consiste nel riconoscere e classificare gli animali di gomma o di legno. Per esempio classificare i mammiferi con i mammiferi, gli uccelli con gli uccelli e così via.

14. Piantare Semi

Il contatto con la natura è sempre importante per un bambino, perché lo aiuta a comprendere il suo funzionamento. Oltre a occuparsi di una piantina, l’attività di piantare semi, prendersene cura e vederli germogliare e crescere, lo aiuterà a capire anche la sua crescita e il suo sviluppo, proprio come quello della pianta!

15. Colorare bene

I bambini sono capaci di riconoscere i colori fin da piccoli. Magari inizialmente possiamo cominciare con i primari. Esistono molti giochi che insegnano ai bambini a riconoscere i colori e a associare il nome corrispondente. Per esempio la ruota dei colori. Disegnate la ruota dei colori primari. Successivamente prendete delle mollette per stendere la biancheria e coloratele con gli stessi colori. Il bambino avrà il compito di associare il colore delle mollette ai riquadri della ruota.

Oltre alle 15 attività Montessori, puoi scaricare le nostre Manine da Colorare! Colora ogni manina di un colore diverso e chiedi al tuo bambino di associarci i giocattoli dello stesso colore.

Adesso con queste 15 attività Montessori non ti resta che lasciarti trasportare dal divertimento. Sono tutte attività che spingono il bambino verso la sua autonomia senza che tu intervenga direttamente. Osservalo, stagli vicino e cattura ogni momento e ogni piccola scoperta che farà.