Ma quanto è vero che i bambini scelgono sempre i momenti migliori per ammalarsi? Week end, feste, ponti, e ferie sono tutte loro! Questo perché le gioie non vengono mai sole…ma dai, scherziamo. Questi scriccioli trovano sempre il modo di riempire il cuore di gioia a genitori, parenti e amici. A pensarci bene cara mamma, anche se il venerdì sera arriva un brutto raffreddore non ti è andata comunque tanto male, anzi. Cioccolata calda per tutti e via seduti comodi sul divano con un davanti alla TV o a leggere un bel libro. Stai già sorridendo all’idea, vero? Da un po’ di tempo, è questo è il tuo weekend alternativo!

Però mentre guardate film – se al cinema avreste il brusio di quelli dietro che spillaccherano – sul divano di casa avete una trombetta. E no, non è tuo figlio che si esercita per il nuovo Guinnes World Record per lo strumento umano più accordato: è il suo nasino tappato.

Che fare? Come liberare il naso chiuso del tuo piccolo? C’è chi consiglia di lasciare mezza cipolla sul comodino accanto al suo lettino per tutta la notte, o tenere l’ambiente sempre ben umidificato, e il must, il lavaggio nasale. Curare l’igiene del naso è importante quanto lavarsi le mani perché questa accortezza evita di contrarre infezioni. A pensarci bene…perché mai dovremmo avere cura di lavarci le mani e ignorare il nostro naso che ci permette di respirare?

Per effettuare il lavaggio nasale nel neonato è bene organizzarsi appoggiando il neonato su un piano morbido, come ad esempio il fasciatoio, munirsi di fazzoletti di carta e della soluzione nasale.

Ecco i passaggi per effettuare il lavaggio nasale nel neonato:

  • Tieni ferme le manine del piccolo col corpo
  • Reclinagli la testa su un lato e inserisci la soluzione del flaconcino o dello spray nella narice superiore
  • Una volta instillata la soluzione, il liquido dovrà fuoriuscire dalla narice controlaterale, quindi quella inferiore, che guarda il piano del fasciatoio.
  • Successivamente, si prosegue dall’altra parte, reclinando il capo dall’altro lato e instillando la soluzione nella narice.
  • Alla fine, asciuga la soluzione e gli eventuali residui di muco dal viso del bambino con il fazzolettino di carta. In questo modo avrai pulito e liberato completamento il naso del tuo bambino.
lavaggio nasale flaconi neonato

Effettuare il lavaggio nasale nel bambino più grande è più semplice perché (teoricamente) più collaborativo.

Ecco i passaggi per effettuare il lavaggio nasale nel bambino:

  • Appoggiati vicino al lavandino con la testa posta in avanti e reclinata su un lato
  • Installa la soluzione nella narice
  • La soluzione dovrà fuoriuscire sempre dalla narice controlaterale
  • Ripeti lo stesso passaggio nell’altra narice
  • Soffia il naso al tuo piccolo in modo da liberare in maniera accurata tutto il naso.
lavaggio nasale spray

È importante conoscere la differenza tra una soluzione salina isotonica e una soluzione salina ipertonica.

Una soluzione salina isotonica ha una composizione in sali equivalente a quella dei liquidi fisiologici mentre una soluzione salina ipertonica ha una concentrazione in sali superiore a quella dei fluidi biologici. Quest’ultima risulta efficace nel trattamento acuto delle sindromi da raffreddamento. Presenta capacità decongestionante perché richiama per osmosi l’acqua in eccesso dalla mucosa nasale e diluisce il muco viscoso accumulato nelle cavità nasali facilitando il ripristino della normale ventilazione: e ciò vuol dire che in tal modo si richiamano per osmosi i liquidi accumulati nelle cellula della mucosa nasale.

NB
Se scegli di utilizzare i flaconcini avrai un getto nel naso molto delicato, che permetterà sicuramente di umidificare il naso e liberarlo dalle secrezioni. Con lo spray, invece, puoi effettuare i lavaggi nasali dinamici che liberano in profondità il naso, andando a rimuovere il muco anche dalle parte posteriore, il retro naso, detto anche rinofaringe.

Quindi, in sintesi possiamo dire che:

la Soluzione Salina Isotonica è utile alla prevenzione del nasino chiuso, in quanto

  • contribuisce alla pulizia quotidiana del naso, liberandolo dall’inquinamento cittadino
  • è buona pratica eseguirlo dopo la scuola, o prima del sonno o dopo la poppata
  • contrasta la secchezza nasale, favorita in inverno dal sostare in ambiente troppo secchi.

mentre la Soluzione Salina Ipertonica è utile al trattamento del raffreddore, in quanto

  • decongestiona le cellule, migliorando i sintomi da naso chiuso, come raffreddore, rinite, rinite allergica…
  • aiuta la fluidificazione del muco, soprattutto in caso di secrezioni dense e intasamenti nasali.

Di conseguenza, è importante applicare una piccola modifica alla nostra routine e introdurre la prevenzione, per fare un po’ di spazio ai lavaggi nasali perché:

  • Elimina le impurità, germi e batteri – Prevenzione delle infezioni
  • Rimuove il muco in eccesso e ostruzione nasale – Ripristinare la ventilazione
  • Decongestiona il naso in caso di infiammazione – Prevenire la propagazione dell’infiammazione (con la Ipertonica).

Altre raccomandazioni:

  • Umidificare gli ambienti, non stare in ambienti troppo secchi
  • Fare attenzione alla posizione nel sonno: un cuscino sotto il materasso evita il ristagno delle secrezioni
  • Nemmeno a dirlo: niente fumo passivo! il fumo oltre a tutte le altre terribili implicazioni, irrita le mucose e ristagna negli ambienti.

Se hai trovato utili questi consigli, condividi l’articolo o lascia un commento. Se vuoi farci qualsiasi domanda siamo qui.