Avete già fatto fuori ogni grammo di farina che avevate in casa? Compreso quello della vicina? E anche quello della vicina della vicina?

Non sapete più cosa fare, soprattutto vi state chiedendo

“Cosa fare con i bambini a casa?”

Come se già non fosse dura fare i genitori, cari papà e mamma, questa quarantena vi sta mettendo ulteriormente alla prova! Fare i genitori, lo sappiamo bene, è un lavoro vero e proprio: il più soddisfacente e gratificante, ma anche il più faticoso in quanto assorbe tantissime energie. Oggi, che siamo chiamati a contrastare questo temibile nemico invisibile, lo è ancora di più e per certi versi stressante: in molti, laddove possibile, devono lavorare da casa e contemporaneamente si trovano a dover gestire i figli e organizzare la loro quotidianità, giorno per giorno, che è stata completamente sconvolta.

Esattamente! Perché la quarantena è un brutto colpo per i più piccoli, che hanno subito questo cambiamento all’improvviso, senza capirne a fondo l’utilità di tale misura restrittiva! (Leggi anche Come spiegare il Coronavirus ai bambini?)

Quando pensiamo ai bambini, ci viene in mente qualcosa di libero, una forza della natura fatta di gioia, risa, amore e libertà. Oggi, per la loro incolumità, sono costretti a restare reclusi in casa, lontani dai nonni, dagli amichetti, dalle maestre, senza poter andare al parco a giocare a pallone o semplicemente farsi accarezzare le guance dal vento sull’altalena, sfidando la gravità andando “sempre più sù, per toccare la lunaaa!”.

Vi siete mai chiesti qual è la peculiarità del vostro piccolo? È la sua capacità di guardare ciò che lo circonda con un pizzico di magia. I bambini sono dei vulcani di immaginazioni e così un coniglietto può benissimo essere tutto rosa, o una lumaca a pois, e, perché no, un elefante celeste, tempestato da nuvolette bianche in modo che si mimetizzi con il cielo.

Sfrutta questa loro superba qualità per non fargli pesare questo periodo, in cui fa da reason why il motto #iorestoacasa!

Come? Magari cercando dei disegni da stampare e immagini da colorare.

Quando iniziano a colorare, i bambini iniziano a viaggiare… a viaggiare oltre, con quegli occhietti buffi e il nasino arricciolato dal pensiero. Colorando i bambini esprimono proprio quella loro proprietà che prima abbiamo citato, forse la più bella: la libertà. In questo caso, la libertà di creare un’esperienza caratterizzata dalla libera composizione di forme, colori, senza dare peso alla realtà concreta in cui viviamo e che vediamo, ma lasciando spazio alla sua realtà.

Non a caso, il grandissimo artista Mark Rothko affermò:

Un quadro non è l’immagine di un’esperienza. È un’esperienza”.

Vi chiedete cosa far colorare ai bambini? Semplice: le manine di Gruppo Pediatrica!

  • Scarica i file delle manine qua sotto;
  • fai divertire il tuo piccolo a colorarle: mi raccomando, più buffe e più bizzarre possibile, proprio come solo lui sa fare;
  • dopo scannerizza la pagina o facci una foto e inviala con un messaggio privato sui nostri Social;
  • raccoglieremo tutti i disegni e li posteremo!

L’opera d’arte che otterrà più “Like” riceverà una super sorpresa!

Aiutaci ad aprire la Galleria d’arte di Gruppo Pediatrica, con apertura straordinaria venerdì 10 aprile, ore 17, su Facebook e Instagram!

Quindi, piccoli artisti, pennelli, matite e pennarelli alla mano…

 IT’S YOUR TURN!