Le proprietà del finocchio, una pianta antica che fa parte della quotidianità

Crudo, cotto, gratinato, il finocchio è una pianta molto presente nella cucina Italiana. Spesso viene utilizzato come aroma per insaporire dolci, carni e altri alimenti. Le proprietà del finocchio sono conosciute anche in campo erboristico e curativo, perché è ricco di sostanze che possono apportare benefici al nostro organismo. Ma non solo! Questa pianta è così radicata nella nostra cultura, che si pensa abbia dato vita a un modo di dire.

Avete mai sentito il detto, non lasciatevi infinocchiare…? Ebbene, proprio il termine “Infinocchiare” nasce dalle grandi proprietà aromatiche di questa pianta e significa “condire con il finocchio“. Nell’antichità, il finocchio veniva utilizzato per aromatizzare cibi o bevande. Il forte aroma del finocchio ha la capacità di alterare il sapore della pietanza, rendendo cibi non più freschi di nuovo accettabili. Questo trucco veniva utilizzato dagli osti per mascherare il vino andato in aceto. Era usanza servire come aperitivo uno spicchio di finocchio per alterare il gusto nella bocca dei clienti. Così, il termine “infinocchiare“, ovvero “condire con il finocchio“, è diventato sinonimo di “raggirare“, “abbindolare“, “ingannare“, lasciando intendere cosa non vera.

pianta di finocchio

Le proprietà del finocchio nel mito e nella tradizione

Il radicamento di questa pianta nella cultura popolare è molto evidente. Infatti, troviamo alcune sue tracce all’interno del famoso mito greco di Prometeo. Prometeo è un Titano nato da Era, insieme ad altri 5 fratelli. Prometeo assiste alla nascita di Atena dalla testa di Zeus; i due diventano molto legati, tanto che Atena e altri Dei decidono di dargli alcune qualità da distribuire saggiamente agli uomini. Prometeo diviene così una sorta di protettore del genere umano, contrapponendosi a Zeus, il quale riteneva gli esseri umani troppo pericolosi. Nel mito si narra che Zeus decise, in seguito a un avvenimento di disobbedienza, di togliere il fuoco agli uomini per punirli. Prometeo, invece, che aveva a cuore le sorti degli uomini, si fece aprire l’Olimpo da Atena e rubò qualche favilla di fuoco nella fucina di Efesto, nascondendola dentro il gambo di un finocchio. Il finocchio diventa in questo caso il mezzo con cui il fuoco, simbolo della conoscenza, viene riconsegnato all’umanità.

La pianta del finocchio nell’antica Grecia non ha ispirato solamente la mitologia. Infatti, secondo la tradizione, il nome della città di Maratona deriva dal greco antico letteralmente “Mharatòn” che significherebbe “luogo pieno di finocchi“. Luogo anche di una famosissima battaglia avvenuta fra Ateniesi e Plateesi.

prometeo dona il fuoco agli uomini

I Principi attivi del finocchio

Finocchio o Foeniculum vulgare; Pianta della famiglia delle Apiaceae, tipica del bacino del mediterraneo è coltivata in paesi con clima temperato.

Esistono tre varietà di finocchio:

  1. il Foeniculum vulgare var. azoricum che viene coltivata come ortaggio;
  2. il Foeniculum vulgare var. dulce; da cui vengono estratti la maggior quantità di attivi.
  3. il Foeniculum vulgare var. vulgare, ovvero il finocchio amaro selvatico che cresce spontaneo.
Le proprieta del finocchio 3

I componenti chimici dell’ olio essenziale sono costituiti da: E-anetolo e da Estragolo. Per quanto riguarda, invece, l’olio essenziale derivato dal finocchio amaro contiene per la maggior parte Anetolo e Fencone, con una piccola parte di Estragolo. Nella farmacopea ufficiale, i semi di finocchio selvatico (cioè i frutti) essiccati sono la vera parte utilizzabile per scopi medicinali.

I Benefici del Finocchio

Il finocchio ha proprietà antispastica, riduce cioè gli spasmi e i crampi addominali e favorisce la progressione del contenuto intestinale. Questo perché il finocchio agisce sulla muscolatura dell’apparato digerente e ostacola anche la formazione di gas intestinale. Inoltre, l’anetolo, contenuto all’interno dell’olio essenziale, ha un effetto fluidificante in caso di catarri.

Le proprieta del finocchio 5

È possibile osservare i benefici del finocchio in caso di:

 

  • Flatulenza
  • Mal di pancia
  • Digestione lenta
  • Stitichezza
  • Diuretico blando
  • Dolori mestruali (Dismenorrea)

Finocchio, come rimedio per le coliche nel neonato

Quanti notti e giorni avete passato a massaggiare il pancino del vostro bambino? Le coliche d’aria, soprattutto nei neonati e anche nei bambini più grandi possono essere molto frequenti. Le coliche nei neonati si riconoscono grazie a comportamenti ben precisi: infatti il bambino piange in modo inconsolabile e tende ad avvicinare le gambe all’addome stringendo forte i pugni. In questi casi, il finocchio è un ottimo alleato grazie alla sua proprietà antispastica utile a contrastare la formazione di gas intestinale e a ridurre i dolori dovuti agli spasmi addominali. Nei neonati è possibile dar da bere l’infuso di finocchio all’interno di un biberon, metodo conosciuto da tempo anche all’interno della tradizione popolare.

Le forme di impiego del finocchio

Come abbiamo visto, la parte del finocchio che contiene gli attivi è costituita dai semi. I semi possono essere utilizzati sia per uso culinario sia per uso medicinale. Ne è un esempio la tisana al finocchio. Spesso questa pianta è presente all’interno di molte formulazioni del Formulario Galenico Nazionale, combinata ad altre piante (come altea, anice e timo). L’olio essenziale, invece, viene ottenuto tramite la distillazione dei semi di finocchio per poi essere utilizzato all’interno di prodotti specifici.

semi di finocchio

Una pianta antica, ricca di storia e tradizione, profondamente radicata nella nostra cultura popolare e nella nostra quotidianità. “Occhio, malocchio, prezzemolo e finocchio”: dai modi di dire agli utilizzi culinari, il finocchio ha un ruolo centrale nelle nostre vite. Questo ci ricorda che la natura fa parte dell’uomo e l’uomo fa parte della natura.

Bibliografia:

Vitalia Murgia, Giuseppe Ventriglia, Fitoterapia in pediatria, Ed. Edra, 2017.
Fabio Firenzuoli, Le 100 erbe della salute, Tecniche Nuove, 2000